21 dicembre 2012

Pampepato

E dopo il castagnaccio viene il tempo del pampepato, più speziato e più consueto per le feste natalizie.
Una piccola bombetta calorica, ma che non ha nessuna colpa non contenendo nè latte nè uove e ne burro.
Vediamo un pò che ci serve allora:

80 gr di farina
80 gr di miele
80 gr di zucchero integrale di canna
50 gr di mandorle sgusciate
50 gr di uvetta
40 gr di gherigli di noci
40 gr di nocciole sgusciate
30 gr di pinoli
20 gr di crusca
1 cucchiaio di cacao
noce moscata
cannella
pepe nero.

Pronti? Via! Metti in ammollo in una tazza di acqua tiepida l'uvetta per 15 minuti, trita le mandorle, le noci e le nocciole. Mescolale ai pinoli e all'uvetta scolata e asciugata, unisci il cacao, una presa di noce moscata, una di cannella e una manciata di pepe.
In una pentolina sciogli a fuoco moderato il miele e lo zucchero, incorpora la frutta secca, il cacao e le spezie mescolate e quindi fai cadere a pioggia la farina e la crusca. Mescola bene per amalgamare gli ingredienti.
Forma con il composto una pagnotta di forma tondeggiante e infornala a 160° per 30 minuti scarsi, deve risultare leggermente morbido.
Ideale da abbinare ad un vino dolce come il Ramandolo o il Picolit.

Nessun commento:

Posta un commento